La Scoliosi valutazione e trattamento

Chi siamo Dove siamo Trattamenti Patologie News room Press room Corsi e convegni Links
La Scoliosi valutazione e trattamento
Che cos'è la scoliosi?
La scoliosi è una malattia della colonna vertebrale caratterizzata da una deviazione del suo normale asse su tutti e tre i piani corporei coinvolgendo altre regioni corporee, in specie, il torace.
Queste alterazioni sono caratterizzate da uno o più curve del rachide con rotazione nello spazio dei corpi vertebrali. Nel tratto toracico la rotazione vertebrale si accompagna a rotazione delle coste con formazione di una deformità detta "gibbo". Tutt'oggi rimangono sconosciute le cause della scoliosi, ma sappiamo che è più frequente e progressiva nelle femmine e che alcune famiglie sono più colpite di altre. La scoliosi compare in genere in età infantile e può aggravarsi negli anni fino al periodo della massima crescita corporea, ossia due-tre anni dopo l'inizio del menarca (prima mestruazione) nella donna e la comparsa del timbro vocale maschile nell'uomo anche se vi possono essere incrementi delle curve fino a circa 20 anni ed anche in certe situazioni della vita adulta come la gravidanza.
Qual è la differenza fra scoliosi e atteggiamento scoliotico?
Gli atteggiamenti scoliotici e le scoliosi posturali non sono scoliosi "vere" perché le deviazioni della colonna sono evidenziabili solo sul piano frontale. Infatti se facciamo flettere in avanti un paziente con scoliosi comparirà una deformazione del tronco, più o meno evidente in rapporto alla gravità della malattia, mentre negli atteggiamenti scoliotici non si rivelerà alcuna asimmetria.

Come si fa la diagnosi di scoliosi?
E' necessaria una accurata anamnesi ed una attenta visita medica con cui si ricercano pochi ma fondamentali segni clinici. In alcuni casi è necessario nel dubbio rivisitare il giovane paziente a distanza di qualche mese. Talvolta si rende necessario eseguire un esame radiografico che deve essere fatto in piedi e generalmente in due proiezioni, frontale e laterale. Questo ci permette di valutare il tipo e la gravità della scoliosi e di definire anche la maturità ossea del paziente per prevedere la potenziale evolutività della malattia.
Si può curare la scoliosi?
La scoliosi si manifesta con una ampia varietà di quadri e di gravità. Oggi grazie alla diagnosi precoce si riesce nella maggior parte dei casi a controllare l'evoluzione della malattia con il trattamento conservativo e solo in rarissimi casi si ricorre all'intervento chirurgico.
Su cosa si basa il trattamento conservativo della scoliosi?
E' necessario inquadrare bene il singolo caso per poter successivamente impostare uno specifico programma rieducativo. Nei casi più leggeri può essere sufficiente un apposito approccio cinesiologico, con modesto impegno del paziente, ma talvolta protratto nel tempo finché non si raggiunge un'adeguata stabilità del sistema muscolo- scheletrico
Nei casi più gravi può rendersi necessario l'uso di un corsetto ortopedico, specifico per il tipo di scoliosi, da indossare per un certo numero di ore al giorno e per un periodo di tempo variabile. Anche qui si assocerà un programma cinesiterapico che il paziente dovrà eseguire anche a domicilio per prevenire l'ipotrofia muscolare provocata dalla costrizione del busto.
Che tipo di cinesiologia è più indicata nella scoliosi?
Esistono diversi metodi riconosciuti validi nel trattamento riabilitativo della scoliosi.
I principi fondamentali su cui si basano sono:
· riequilibrare le asimmetrie globali corporee
· mobilizzare le regioni vertebrali troppo rigide (curva primaria)
· irrigidire le curve vertebrali mobili (curve secondarie)
· agire sempre tridimensionalmente
· valutare e trattare asimmetrie degli arti, del capo e del bacino
· automatizzare e fissare nella motricità quotidiana le posture corrette ottenute
Lombosciatalgia
(ernia discale)
Ginocchio
(distorsione o dolore meniscopatia)
Area riservata Contatti Home page
HIBISCO s.r.l.
Direttore Sanitario Dr. Mauro Balli - Aut. Unica SUAP Comune Pistoia 10/09/2003 prot. 57207
Via Erbosa, 30 B 51100 Pistoia Tel. 0573 32843 Fax 0573 994233